Casa Nostra, la casa dell’accoglienza. “Casa Nostra” è il nome dell’associazione di volontari legata alla Caritas Diocesana di Cosenza che offre servizi diurni per bisognosi e senza fissa dimora. Immerso nella parte antica di Cosenza, il palazzo arcivescovile ospita da due anni l’associazione che, guidata dal presidente Pino Salerno con l’aiuto di tre suore francescane missionarie volontarie dei poveri, e altri sessanta volontari circa, aiutano molti bisognosi. Giornalmente infatti la struttura riesce a garantire numerosi servizi sin dalle prime luci del mattino: dalla colazione, alle docce, al servizio lavanderia, fino alle lezioni di italiano. Inoltre, in alcuni giorni della settimana, grazie alla presenza di un medico e di un avvocato (entrambi volontari) le persone che si rivolgono alla struttura possono ricevere visite mediche e consulenze giuridiche gratuite. Oltre a questi servizi, agli ospiti che arrivano a Casa Nostra, viene offerta una tra le cose più preziose in assoluto: l’ascolto. Da circa un anno è stato creato il servizio di unità di strada che ogni mercoledì sera porta una bevanda calda e un pasto a chi vive per le strade di Cosenza, “ciò che ci spinge -dicono i volontari- è sapere che dietro chi soffre c’è Gesù”. Tante sono le storie di disagio delle donne e degli uomini che arrivano a Casa Nostra, chi a causa della crisi ha perso tutto, chi a causa della guerra. Diversi sono i luoghi geografici da cui arrivano: Italia, Iraq, Camerun, e molti altri Paesi. Ma giunti nella struttura, le cose su cui possono sicuramente contare sono l’accoglienza, la disponibilità e la solidarietà che le Suore e i volontari dimostrano ogni giorno.

Vai alla storia
Ilaria Lagioia

Ilaria ha realizzato il fotoreportage presso “Mensa Casa Nostra” di Cosenza

Leggi di più

Sono nata a Triggiano in provincia di Bari nel 1992. Appena ho finito le scuole, valigia alla mano, ho iniziato a fare il giro dell’Italia. Mi sono laureata in Architettura e ho frequentato un master in Fotogiornalismo all’Istituto Superiore di Fotografia a Roma. Sono da sempre appassionata di arte e fotografia e di come questi mezzi riescono a raccontare la vita delle persone.