Daccapo. L’housing sociale “Casa Beato Claudio Granzotto" di Vicenza, nasce come struttura per accogliere ex mariti in difficoltà economica a causa della separazione. Successivamente ha aperto le porte a chiunque avesse bisogno di un tetto temporaneo. Tutti gli ospiti hanno un lavoro o una pensione, e vengono accolti per un periodo che va dai 6 mesi a un anno. Viene chiesta un'offerta minima, in modo che gli assistiti possano poter mettere da parte i risparmi necessari per riuscire a tornare totalmente indipendenti. La struttura ha diversi appartamenti completi di servizi come cucina e bagno o stanze con bagno; per questo motivo esistono anche spazi condivisi come la cucina con sala da pranzo, salotto e lavanderia. Accanto a questa struttura si trova la Caritas “Santa Lucia” che offre molti servizi, quali la mensa, lo sportello accoglienza, un laboratorio e molto altro ancora. Entrambe le strutture sono gestite da operatori retribuiti e altri volontari. Alcuni di essi hanno vissuto in prima persona situazioni di indigenza, e adesso si adoperano per aiutare chi ha bisogno.

Vai alla storia
Daniela Annino

Daniela ha documentato le azioni dell'housing sociale di Vicenza.

Leggi di più

Daniela Annino (Catania 1980), nel 1999 si forma come graphic designer presso lo IED di Roma. Durante la metà del terzo anno accademico inizia a lavorare come Art Director presso l’agenzia di advertising Ruinistudio (successivamente Rem Ruini e Mariotti) fino al 2015, dove sviluppa interesse nei confronti della fotografia, intraprendendo un percorso parallelo da autodidatta. Nel 2015 abbandona l’agenzia per dedicarsi a tempo pieno allo studio della fotografia, frequentando l’ISFCI di Roma dove attualmente frequenta il terzo anno.